VIGILIA PLAYOFF CONTRO IL RIETI, CIPOLLA: “NIENTE SCUSE, PUBBLICO CON NOI”

Nemmeno la pioggia che batte da diverse ore sulla Piana del Sele è riuscita a raffreddare gli animi, l’entusiasmo della piazza è alle stelle, domani al PalaDirceu si gioca la gara di ritorno dei quarti di finale Playoff Scudetto. Una sfida cruciale, la più importante, ancor più della scorsa, meno dell’eventuale prossima. Eh si, perché se ci sarà una “bella” dipende solo dal risultato di domani, Feldi Eboli – Real Rieti non ha solo il fascino del tricolore, ma rappresenta anche un nuovo traguardo da raggiungere, per entrambe.

 

CORTI, AFFAMATI, VOGLIOSI – Alla vigilia del match è Francesco Cipolla ad intervenire, il tecnico delle volpi analizza ogni aspetto. “Né più Rieti, né meno Feldi Eboli, all’andata i ragazzi hanno giocato una gran partita, controllando il gioco per lunghi tratti. La differenza tra noi e loro è racchiusa tutta in una sola rete, che domani proveremo a restituire”. Si prosegue sullo stato dei rossoblù, sotto l’aspetto fisico e psicologico: “Si arriva al match come sempre: siamo la squadra con la rosa più corta delle 8 migliori, ma dimostreremo ancora una volta che siamo anche quella con più fame. Un match da dentro o fuori, da giocare e vincere con testa e cuore, cosa conterà di più? “Testa, cuore e gambe. Esattamente in quest’ordine. Siamo una grande squadra, lo stiamo dimostrando giocando alla pari con tutti, lo faremo anche domani”. PalaDirceu gremito in ogni ordine di posto, quanto conta il pubblico in gare del genere? “Fondamentale. Mai come domani. Vogliamo farlo per loro, per noi, per tutti. Daremo l’anima per la nostra gente“.

 

TORCIDA ROSSOBLÙ – Il pubblico scalpita, tant’è che l’apertura dei cancelli per la gara di domani è anticipata alle 18:30, il calcio d’inizio alle ore 20:00, con la curva da occupare quanto prima mentre le tribune appaiono già sold out. La gara sarà trasmessa in streaming sulla pagina Facebook della Feldi Eboli e attraverso la piattaforma PMG Sport Futsal. Tic, toc, tic, toc, le lancette scorrono veloci, la storia non attende.

 

ufficio stampa Feldi Eboli 

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento