FELDI EBOLI – SANDRO ABATE 6-4. CHE DERBY AL PALADIRCEU: “SOFFRIRE INSIEME, VINCERE INSIEME”

“Paff… Bum! Un tuffo in fondo al cuore”. Così è stato il derby andato in scena al PalaDirceu.

“Paff… Bum! L’amore mio sei tu”. Una piazza che scoppia d’amore per la Feldi Eboli

“Paff… Bum! È stato all’improvviso. Paff… Bum! E non ragiono più”. Il gol di Fornari che segna il sorpasso e mostra il cuore al pubblico.

Non bastano tre strofe, pentagrammi d’amore per sintetizzare le emozioni del derby tra Feldi Eboli e Sandro Abate, una gara tra le più spettacolari della stagione, di certo un’emozione unica vissuta dai tanti presenti all’impianto e dalle migliaia di persone che l’hanno vista in streaming.  Le volpi di Cipolla si confermano essere la bestia nera della Sandro Abate, 6 punti raccolti tra andata e ritorno, un successo che vede ancora una volta lo zampino di Fornari, ma stavolta è frutto di una prestazione corale di altissima qualità. Gli irpini si fermano dopo una striscia positiva di ben 9 risultati, la legge del PalaDirceu ferma la squadra di Marcelo Batista, primo ko per il tecnico dal suo arrivo sulla panchina biancoverde.

BOTTA E RISPOSTA – Cipolla deve fare a meno di Ercolessi (squalificato n.d.r.) e Lucas Francini, non ancora in condizione ottimale; di contro Batista non può disporre di capitan Abate, appiedato dal Giudice Sportivo, e del neo arrivo Luizinho. “Futsal campano felix, Feldi Eboli docet”. Così la curva accoglie le squadre e tutti gli appassionati del futsal all’ingresso in campo, è uno scintillio di colori rossoblù, nutrita la presenza di sostenitori avellinesi in tribuna ospiti. Gli starting five sono votati all’attacco sin dal primo istante:  Laion, Bissoni, Boaventura, Tres e Fornari per gli ebolitani; Molitierno, Fantecele, Bebetinho, Kakà e Victor Mello per gli avellinesi. A sminare i primi attacchi ci pensano gli estremi, Laion si oppone a Fantecele in ripartenza, Molitierno si esibisce su un’ottima iniziativa di Tres. Un episodio sblocca la gara, Romano cincischia in uscita dalla difesa, ne approfitta De Crescenzo per firmare la rete del vantaggio ospite. La replica è veemente, prima il palo respinge su uno scatenato Tres, poi Molitierno manda in corner la conclusione di Boaventura. Serve uno schema su calcio di punizione per rimetterla in pari, Fornari sembra cercare la conclusione, invece serve Boaventura che beffa la difesa: 1-1 e tutto da rifare. La gara diviene ancora più scoppiettante, Dian Luka fa tremare i polsi alla torcida rossoblù, Mancha riparte come un fulmine e serve Romano, il nazionale azzurro firma il vantaggio e riscatta l’errore iniziale. Poco altro fino al termine della prima frazione, l’attento duo arbitrale Colombin-Morabito manda tutti al riposo con le volpi sul minimo vantaggio.

CHE RIPRESA – La seconda parte di gara iniza con un pezzo di pura poesia: Boaventura ispira, Mancha assiste, Tres spedisce in rete. Nemmeno il tempo di gioire per il doppio vantaggio che Victor Mello riporta tutti coi piedi per terra: punizione da fuori area che sorprende Laion sul palo più lontano. Bagatini prova a ristabilire le distanze, Molitierno fa buona guardia, ma nulla può su Mancha che intercetta di prima un errato disimpegno di Bebetinho, l’ex di turno commette un errore decisivo per il momentaneo 4-2. Sulle ali dell’entusiasmo la Feldi Eboli sembra avere la gara in pugno, mai distrarsi specie se di fronte c’è una corazzata come la Sandro Abate. Prima Assad su schema da corner, dopo pochi secondi Kakà elude la marcatura di Bissoni e centra il sette per il 4-4. Che derby! L’inerzia della rimonta mette gli irpini in condizione di vincerla, Laion deve fare gli straordinari su Dian Luka. Cipolla esorta i suoi a restare concentrati e riprendere il pallino del gioco, un Tres in forma stratosferica serve su un piatto d’argento la sfera a Jader Fornari, il bomber rossoblù calcia e ringrazia: 5-4 a metà del secondo tempo. Il match è un crescendo di gol ed emozioni: Boaventura incanta con un sombrero e dribbling fermato solo da Molitierno, il legno stoppa la stupenda esecuzione di tacco di Kakà. Menzeguez è fermato da Laion, Kakà litiga col pallone che danza sulla linea spaventando tutti. Fantecele resta in avanti con la maglia del portiere di movimento, Bissoni è lesto a intercettare e spedire in rete dalla propria metà campo. Mancano 15 secondi, il derby si tinge di rossoblù! “Paff… Bum! L’amore è tutto qui”

TEAM BUILDING – Un sorridente Francesco Cipolla risponde a caldo: “Un successo di qualità, la squadra é stata sempre concentrata e viva, anche quando loro si sono riportati sotto. Un plauso speciale ad un PalaDirceu gremito e festoso, come previsto é stato uno spettacolo per tutti – prosegue il tecnico delle volpi -. Dedico questa vittoria a mia madre, di cui oggi ricorre il compleanno. Da domani testa alla sfida di martedì, arriva la Meta Catania e sarà importante farci trovare pronti”.

SEMPREVERDE – Quasi 37 primavere e non sentirle, così Jader Fornari:  “Una grande partita da parte di tutti, non abbiamo mai mollato, con questo spirito inizia il nuovo anno e il girone di ritorno – agguerrito come non mai il bomber della Feldi Eboli -. Dobbiamo proseguire in questa direzione per recuperare i punti lasciati per strada. Eboli elisir di giovinezza? Do sempre il massimo, in campo come in allenamento, é la chiave per restare in forma”.

“KO INDOLORE”“Troppi errori sono quelli che hanno creato la differenza – a fine gara Marcelo Batista, allenatore della Sandro Abate -. Dopo tanti risultati utili arriva uno stop che ci può stare, la posizione di classifica resta buona, questa sconfitta non preclude nulla ai nostri obiettivi”.

SUBITO IN CAMPO – Torna presto la Serie A al PalaDirceu, la 18esima giornata di campionato vedrà le volpi opposte alla Meta Catania, un turno infrasettimanale che vedrà le squadre in campo martedì 14 gennaio alle ore 16:00. Un orario inedito, la solita passione e grinta, per continuare la scalata!

 

FELDI EBOLI-SANDRO ABATE AVELLINO 6-4 (2-1 p.t.)
FELDI EBOLI: Laion, Fornari, Tres, Bissoni, Boaventura
, Romano, Spisso, Bagatini, Melillo, Caponigro, Saponara, Mancha, Glielmi, Fiuza. All. Cipolla

SANDRO ABATE AVELLINO: Molitierno, Fantecele, Bebetinho, Kakà, Mello, Fabiano, De Crescenzo, Menzeguez, Testa, Dian Luka, Iandolo, Santoro, De Gennaro, Vitiello. All. Batista

MARCATORI: 7’48” p.t. De Crescenzo (SA), 14’29” Boaventura (F), 15’41” Romano (F), 3’12” s.t. Tres (F), 3’24” Mello (SA), 6’42” Mancha (F), 8’02” Assad (SA), 8’21” Kakà (SA), 9’11” Fornari (F), 19’45” Bissoni (F)

AMMONITI: Fantecele (SA), Bagatini (F), Bebetinho (SA), Dian Luka (SA)

ARBITRI: Giulio Colombin (Bassano del Grappa), Rocco Morabito (Vercelli) CRONO: Fabrizio Andolfo (Ercolano)

ufficio stampa Feldi Eboli

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento