FELDI EBOLI – REAL RIETI 1-2. SU MICOLI SI INFRANGE IL SOGNO PLAYOFF: “FIERO DI QUESTA SQUADRA”

Clap, clap, clap! E’ il suono degli applausi a scena aperta del PalaDirceu ai propri beniamini. Partiamo dalla fine di una gara e di un’intera stagione, la Feldi Eboli esce a testa alta con un sottofondo di cori festanti dei tifosi fieri ed orgogliosi delle volpi rossoblu. La squadra di Cipolla gioca un’ottima gara ma sbatte sul muro eretto da Micoli, così il Real Rieti bissa il successo dell’andata e vola in semifinale contro l’Italservice Pesaro.

IL MATCH – Cipolla non recupera Pedotti e fa di necessità virtù tra acciacchi e botte varie, mentre Festuccia ha problemi di eccedenza e lascia in tribuna Abdala e Jeffe, schierando Micoli in porta al posto di Putano. Il ritmo è alto sin dalle prime battute: Laion si oppone a Rafinha, Fornari sfiora il vantaggio con un destro ad incrociare. E’ la squadra di casa a sbloccare il punteggio: splendida verticalizzazione di Arrieta per Andrè che non sbaglia sotto porta. Non si fa attendere troppo la risposta del Rieti, che in meno di trenta secondi impatta il punteggio con Joazinho. Tante emozioni nel primo tempo: Andrè sfiora la doppietta, miracolo di Micoli su una punizione di Fornari, Chimanguinho colpisce il palo. All’intervallo il tabellino recita la parità e sole due reti, eppure le emozioni sono state tantissime. Nella ripresa arriva presto il ribaltone amarantoceleste: incursione di Nicolodi e palla per Kakà, l’ex Kaos non sbaglia sul secondo palo e griffa l’1-2. Il comandante Cipolla suona la carica, parte l’assalto di Josiko e soci alla porta ospite: Micoli è straordinario su Romano, Fornari spara alto un rigore in movimento. Il tecnico calabrese prova la carta del power play con Arrieta, l’argentino schierato portiere di movimento crea molte occasioni, finanche salvataggio sulla linea e palla che non vuole proprio entrare. Non cambia il risultato, agli oneri della cronaca un’espulsione evitabile di Josiko, reo a detta del duo arbitrale di un tocco di mano su ripartenza a 4 secondi dal termine. Finisce 2-1 per il Rieti tra gli applausi sportivi di un popolo fiero della sua squadra.

TECNICO SODDISFATTO“Sono fiero di aver allenato questo gruppo di giocatori, probabilmente il più forte della mia carriera da allenatore – le parole del tecnico Francesco Cipolla al termine della gara .- La Feldi Eboli ha disputato una grande stagione, che resterà impressa nella mente di ogni giocatore. Non meritavamo assolutamente di perdere: non ricordo una parata di Laion nella ripresa. Abbiamo dato il massimo, tre giocatori hanno giocato con le infiltrazioni e in settimana ci siamo allenati poco a causa delle tante defezioni. Un plauso a tutti, sono stati tre mesi splendidi”.

FELDI EBOLI-REAL RIETI 1-2 (1-1 p.t.)
FELDI EBOLI
Laion, Romano, Fornari, Josiko, Bocao, Frosolone, Tuli, Arrieta, André, Fusella, Caponigro, Senatore, Sinno, Pasculli. All. Cipolla
REAL RIETIMicoli, Chimanguinho, Kakà, Jefferson, Rafinha, Esposito, Masini, Stentella, Joaozinho, Pandolfi, Alemao, Nicolodi, Relandini, Putano. All. Festuccia
MARCATORI: 5’20” p.t. André (F), 5’42” Joaozinho (R), 9’06” s.t. Kakà (R)
AMMONITI: Romano (F), Tuli (F), Esposito (R), Fornari (F), André (F), Josiko (F)
ESPULSI: al 19’56” s.t. Josiko (F) per somma di ammonizioni
ARBITRI: Francesco Scarpelli (Ppadova), Michele Bensi (Grosseto), Giuseppe Galasso (Avellino) CRONO: Ugo Ciccarelli (Napoli)

ufficio stampa Feldi Eboli

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento