FELDI EBOLI-NAPOLI 3-4. DERBY AMARO AL PALADIRCEU, BASILE: “TROPPI ERRORI”

Spettacolo unico davanti alle telecamere di Sportitalia, il derby tra Feldi Eboli e Napoli è impreziosito da una cornice di pubblico da fare invidia. “Avversari solo in campo, ma nel derby non c’è scampo”. La torcida rossoblù ribadisce la rivalità tra le due compagini che si limita esclusivamente ai 40 minuti sul parquet, di contorno gli applausi finali ricevuti dai giocatori azzurri per la correttezza mostrata.

BOTTA E RISPOSTA – La gara parte in discesa grazie alla rete di André che ribadisce in rete una respinta di Molitierno, a 50” dallo scadere è Fornari a trovare il gol, intramezzato dal momentaneo pareggio di Mancha. Nella ripresa però la squadra di Marìn (ancora orfana del neo-acquisto Dimas) cambia marcia: prima Rubio riporta l’incontro in equilibrio, poi l’eterno Duarte firma il sorpasso. Josiko, con uno splendido tocco sotto, arpiona il pareggio, ma dopo meno di due minuti capitan De Luca fa passare la palla sotto le gambe di Pasculli e firma quello che sarà il gol vittoria. Vani, nel finale, gli assalti della Feldi del presidente Di Domenico con André portiere di movimento.

“ERRORI DECISIVI” – Il tecnico delle volpi, Piero Basile, analizza il match: “Sul 3-3 avevamo l’inerzia dalla nostra, rivedremo l’azione del 3-4 perchè abbiamo concesso un’ingenuità incredibile tra le linee che è risultata poi decisiva. Abbiamo avuto occasioni clamorose per tornare in pari, siamo stati poco cinici sotto rete, forse il pari era il risultato più giusto. Ad ogni modo, in queste gare così equilibrate chi commette meno errori può vincere. Come e più di prima andremo ad Arzignano per vincere, vogliamo i 3 punti ad ogni costo per conquistare un buon piazzamento in ottica griglia Coppa Italia, un’ultima giornata che decide tanto”.

LE CORDE DEL CUORE – Una bella storia ieri al PalaDirceu, insieme alle squadre ha fatto il suo ingresso in campo Pio Grimaldi, portiere dell’Atletico Vitalica. Il ragazzo ha esordito domenica nel campionato Under 19, una vicenda che va oltre le barriere, è sordo. Una disabilità superata grazie all’amore per lo sport e per il calcio in particolare, insieme a tanti amici ha partecipato alla Deaf Champions League piazzandosi sul podio nell’edizione in Svezia. Ieri l’incontro con alcuni dei suoi miti, portieri di serie A come Laion, Molitierno e Pasculli, che gli hanno donato la loro maglia. Un gesto semplice ad una persona che ci ha insegnato ad ascoltare con il cuore!

ALL’ARREMBAGGIO – Nessun rammarico, c’è da rimboccarsi le maniche e riprendere la via della vittoria. Venerdì 21 dicembre al Pala Tezze di Arzignano la possibilità di riscattarsi, ultima giornata del girone di andata che delineerà la griglia per la Coppa Italia: le prime 4 alla Final Eight, le altre 8 a contendersi le caselle restanti.

 

FELDI EBOLI-LOLLO CAFFE’ NAPOLI 3-4 (2-1 p.t.)
FELDI EBOLI: Pasculli, Bocao, André, Tuli, Fornari, Romano, Frosolone, Josiko, Arrieta, Pedotti, Caponigro, Fortunato, Lettieri, Giordano. All. Basile

LOLLO CAFFE’ NAPOLI: Molitierno, Duarte, Salas, Cesaroni, Rubio, Moccia, De Luca, Jelovcic, Amirante, Mancha, Leonese, Bellobuono. All. Marin

MARCATORI: 2’08” p.t. André (F), 6’13” Mancha (N), 19’50” Fornari (F), 1’31” s.t. Rubio (N), 4’35” Duarte (N),  12’14” Josiko (F), 13’59” De Luca (N)

AMMONITI: Bocao (F), Duarte (N), Fornari (F), Mancha (N), Tuli (F)

ARBITRI: Francesco Paolo Spinazzola (Barletta), Fabio Rocco De Pasquale (Marsala), Giuseppe Galasso (Avellino) CRONO: Gianpiero Cafaro (Sala Consilina)

 

 

ufficio stampa Feldi Eboli

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento