FELDI EBOLI – CAME DOSSON 4-4. VOLPI RAGGIUNTE ANCORA NEL FINALE

A mister Salvo Samperi non si chiedevano di certo miracoli e, soprattutto, con il poco tempo avuto a disposizione non ci si aspettava che il tecnico siciliano avesse la bacchetta magica per scacciare via dalla Feldi Eboli quella che ormai potremmo definire la maledizione dell’ultimo minuto. Se le partite finissero al minuto 19 del secondo tempo, quest’anno, la Feldi Eboli avrebbe probabilmente raccolto almeno 8 punti in più. Invece le sfide terminano al minuto 20 della ripresa e i punti in classifica sono solo 13 dopo 11 giornate a seguito dell’ennesimo gol subito a pochi secondi dalla sirena che fissa il punteggio finale della sfida contro la Came Dosson sul 4-4.

La gara fra le due semifinaliste scudetto della passata stagione, giocata all’Emilia Romagna Arena di Salsomaggiore, finisce senza vincitori né vinti, in una partita al cardiopalma valida per 11^ giornata della Serie A New Energy.

SAMPERI ATTO I – L’attenzione dei media (gara in diretta su Sky Sport) e degli addetti ai lavori è focalizzata principalmente sul ritorno in panca dell’allenatore vice campione d’Italia che guida per la prima volta la Feldi Eboli e sceglie Dal Cin, Pesk, Calderolli, Bissoni, Selucio per il suo primo atto in rossoblù. La Came Dosson risponde con Pietrangelo, Belsito, Suton, Vieira, Arnon.

Il primo squillo è delle volpi che trovano il vantaggio con Rodrigo Trentin, per quella che sembra la rete di un nuovo inizio per la squadra di mister Samperi. Tante le emozioni e le occasioni che si susseguono ma è la Came Dosson a trovare la rete prima del pareggio con Juan Fran e poi quella del sorpasso con Suton, portando la squadra di mister Rocha in vantaggio per 2-1 all’intervallo.

FINALE DA INCUBO – Samperi riorganizza i suoi uomini e la ripresa inizia con una Feldi Eboli vogliosa di recuperare la gara e, perchè no, ribaltarla e portare a casa la vittoria. Secondo tempo caratterizzato da molti più falli e conseguenti cartellini, situazioni che peseranno nell’economia del risultato finale. Le volpi trovano il pareggio al minuto 8 con Vavà, prima dell’inizio di 4 minuti di fuoco (da 8’50” a 12’50”) dove succede praticamente di tutto. Il primo episodio è l’espulsione del portiere Pietrangelo che lascia così la sua squadra in inferiorità numerica per due minuti: in questo lasso di tempo la Feldi nella foga di voler trovare il vantaggio commette qualche fallo di troppo e superato il limite regala il tiro libero alla Came Dosson. Dal dischetto si presenta Azzoni che però sbaglia. Come nel più classico dei copioni, gol mancato gol subito, è la Feldi Eboli a trovare pochi secondi dopo il vantaggio con Murilo che porta la sfida sul 3-2 per i rossoblù al minuto 10. Continua la giostra dei falli e dei cartellini, con la Came Dosson che si ritrova ancora una volta ad avere l’occasione di battere un tiro libero. Stavolta tocca a Dener, che non sbaglia, portando di nuovo la sfida in parità al minuto 11’24”.

Quattro minuti di emozioni intensissime che si chiudono a pochi secondi dal tredicesimo quando Pesk sigla la rete che porta la Feldi Eboli sul 4-3. Qui inizia una lunga battaglia fisica e mentale, fatta di occasioni da ambo ai lati, in cui le volpi non riescono a dare il colpo del ko ma tengono allo stesso modo inviolato il fortino dagli attacchi degli uomini di Rocha… almeno fino a 10 secondi dalla fine. Infatti, ancora una volta, si manifesta lo spettro che sta infestando i finali di gara di quest’annata dei rossoblù. In questa occasione tocca a Galliani rovinare la festa a Samperi e ai suoi, trovando il gol del definitivo 4-4 ad una manciata di secondi dalla sirena.

SUBITO IN CAMPO – Una partita che è stata uno spot per il futsal italiano ma che lascia l’amaro in bocca alla compagine ebolitana. La classifica non sorride ma la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia resta per ora lì a sole tre lunghezze di distanza. Il prossimo turno vedrà le volpi impegnate sul campo dell’Olimpus Roma nel turno infrasettimanale che si giocherà mercoledì 8 dicembre.

CAME DOSSON-FELDI EBOLI 4-4 (2-1 p.t.)
CAME DOSSON: Pietrangelo, Belsito, Suton, Vieira, Arnon, Galliani, Dener, Juan Fran, Di Guida, Azzoni, Ditano, Gavioli. All. Rocha

FELDI EBOLI: Dal Cin, Pesk, Calderolli, Bissoni, Selucio, Romano, Vavà, Caponigro, Trentin, Schiochet, Glielmi, Pasculli. All. Samperi

MARCATORI: 4’49” p.t. Trentin (F), 6’03” Juan Fran (C), 10’17” Suton (C), 8′ s.t. Vavà (F), 10′ Schiochet (F), 11’24” t.l. Dener (C), 12’50” Pesk (F), 19’50” Galliani (C)

AMMONITI: Pesk (F), Suton (C), Bissoni (F), Romano (F), Schiochet (F), Vieira (C), Belsito (C)
ESPULSI: al 8’52” del s.t. Pietrangelo (C)

NOTE: al 9’37” del s.t. Dal Cin (F) para un tiro libero ad Azzoni (C)

ARBITRI: Marco Moro (Latina), Fabiano Maragno (Bologna), Giulio Colombin (Bassano del Grappa) CRONO: Simone Zanfino (Agropoli)

Filippo Folliero – Ufficio Stampa Feldi Eboli

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento